GF INTERNAZIONALE IL DIAVOLO IN VERSILIA Granfondo Diavolo in Versilia

MARTA BASTIANELLI

GRANDE BASTIANELLI
È IRIDATA



La laziale, autrice di uno scatto solitario nell’ultimo giro, vince la gara femminile ai Mondiali di Stoccarda: è la seconda azzurra di sempre: “Ho vinto il mondiale in Germania come Totti. Ora vorrei conoscerlo”. Bronzo per Giorgia Bronzini.
STOCCARDA (29/9)– Oro e bronzo. Un trionfo per l’Italia femminile. Marta Bastianelli, 20 anni di Lariano (provincia di Roma), è la nuova campionessa del Mondo. Ha preceduto la grande favorita della vigilia, oltre che detentrice del titolo, l’olandese Marianne Vos. Terza l’altra azzurra Giorgia Bronzini.
CORSA PERFETTA – Il piano del c.t. Salvoldi è riuscito perfettamente. Gli attacchi di Tatiana Guderzo (al quinto giro) e il grande lavoro di Baccaille e Tamanini, hanno permesso alle azzurre di controllare la corsa, superando anche i momenti difficili come la caduta di Noemi Cantele. La varesina ha battuto il ginocchio dopo l’assurdo distacco delle transenne (incredibile, specie per una gara di questa importanza) sulle atlete che sfrecciavano a pochi metri dalla linea di arrivo, ma si è subito ripresa e ha attaccato con la statunitense Neben al penultimo passaggio.
L’ATTACCO – All’ultimo giro l’affondo decisivo di Marta Bastianelli. Il gruppo delle migliori perde subito una decina di secondi, con Cantele a marcare le migliori. Il vantaggio oscilla tra i 16 e i 23 secondi, ma si mantiene consistente, permettendo all’azzurra di arrivare a braccia alzate sul traguardo.
LA GIOIA – “Ho dato tutto” ha detto la 20enne laziale che si allena con Alessandro Proni. “Ci ho creduto solo quando a 5 km dall’arrivo il mio tecnico mi diceva di insistere, è un sogno. Ora tocca ai ragazzi, mi auguro che facciano il bis, è importante in questo momento. Ci considerano come una Nazionale ‘sporca’, ma non è così, noi siamo puliti. Ora fatemi conoscere Totti. Lui ha vinto il mondiale lo scorso anno qui in Germania, e io l’ho imitato oggi. Il mio sogno ora è andare a Trigoria e incontrarlo”. Al settimo cielo anche Giorgia Bronzini: “Questo bronzo è un bellissimo risultato per me, ma sono contenta per tutta la squadra, è una giornata trionfale. Spero sia di buon auspicio per il ciclismo italiano”